ultime notizie


avvenire la spezia

Pubblicato il 20 gennaio 2012
avvenire_la_spezia

   L’ AVVENIRE

 

   ADORAZIONE EUCARISTICA
   PERPETUA  A  LA SPEZIA 

     Domenica, 15 gennaio 2012

 

Domenica prossima prende il via l’Adorazione Perpetua alla Spezia, nella chiesa di Santa Maria Assunta in piazza Beverini. Il vescovo Moraglia alle 18 celebrerà la Messa solenne di inaugurazione. Seguirà la processione del Santissimo Sacramento fino alla cappella adiacente detta del “Crocifisso”. A Padre Justo Antonio Lo Feudo, dei Missionari della Santissima Eucaristia che hanno per carisma la promozione, l’organizzazione e la creazione dell’adorazione perpetua nelle parrocchie e nelle diocesi, abbiamo rivolto alcune domande.

 

Continua a leggere “”


Joseph MC

Pubblicato il 23 dicembre 2011

 

   Suor Joseph MC parla della
stretta unione tra l’adorazione
eucaristica e il servizio ai più
poveri tra i poveri

Durante “Adoratio 2011”, primo Congresso Internazionale di Adorazione Eucaristica organizzata dai Missionari della Santa Eucaristia, nella città di Roma.

 

La suora ha esposto il suo discorso con testimonianze toccanti nella loro comunità e con gli insegnamenti della fondatrice, Beata Madre Teresa di Calcutta.

 

DALL’ADORAZIONE DI CRISTO NELL’EUCARISTIA FINO A SERVIRLO NEI SUOI POVERI

Suor Joseph, MC

 

Introduzione

 

Continua a leggere “”


Se solo conoscessi il dono di Dio

Pubblicato il 18 dicembre 2011
Ges_e_la_samaritana

  “Se solo conoscessi

       il dono di Dio”   

     

       P. Justo Lofeudo MSE

 

   “Gesù e la samaritana”

 

 

Cristo è Re! Dove è il Suo Regno? Dove c’è chi fa il bene a tutti e ha speciale cura per i più piccoli e bisognosi (Cfr. Mt 25,34-46). Il Regno si trova dove c’è chi ama Dio e il fratello.

 

Questo Regno deve estendersi fino a che Dio sia tutto in tutti (1 Cor 15,28). E’ un Regno universale che, nonostante ciò, parte da te, parte da me.

 

Parte dall’incontro personale con Cristo.

 

Continua a leggere “”


Eucaristia e guarigione

Pubblicato il 17 dicembre 2011
nicolas_buttet

EUCARISTIA E GUARIGIONE conferenza di Padre Nicolas Buttet al Congresso Internazionale “Adoratio 2011”

Roma, 20 giugno 2011

 

EUCARISTIA E GUARIGIONE

 

Conferenza di Padre Nicolas Buttet al Congresso Internazionale sull’ Adorazione Eucaristica “Adoratio 2011” (20 giugno 2011). E’ stato mantenuto lo stile colloquiale dell’ intervento.

 

Padre Nicolas Buttet, giurista di formazione ed ex deputato in Svizzera, è sacerdote. Nel 1992, si ritirò come eremita per 5 anni. Al suo ritorno, nel 1997, fonda la Fraternità Eucharistein, centrata in Cristo Eucaristia. La comunità riceve giovani che desiderano fare esperienza di preghiera e di vita comunitaria e inoltre giovani con seri problemi di droga, alcool o depressione per il restauro della propria persona. La conferenza, con stile colloquiale, è arricchita da esperienze di vita e considera importanti temi teologici e antropologici in maniera diretta e semplice.

 

Qui di seguito la conferenza integrale:

 

Continua a leggere “”


ADORATIO 2011
Per una teologia dell’adorazione eucaristica

Pubblicato il 17 dicembre 2011

 

ROMA, sabato, 25 giugno 2011 (ZENIT.org).- Pubblichiamo l’intervento che il Cardinale Albert Malcolm Ranjith, Arcivescovo di Colombo (Sri Lanka), ha tenuto al Convegno “Adoratio2011” (Roma, 20 – 23 giugno 2011).

“Quando siamo davanti al SS. Mo Sacramento, invece di guardarci attorno, chiudiamo gli occhi e la bocca;  apriamo il cuore; il nostro buon Dio aprirà il suo; noi andremo a Lui. Egli verrà a noi, l’uno chiede, l’altro riceve; sarà come un respiro che passa dall’uno all’altro”, queste erano le parole con le quali il curato d’Ars, San Giovanni Maria Vianney, cercava di spiegare l’adorazione (Il piccolo Catechismo del Curato d’Ars, Tan Books & Publishers, Inc. Rockford, Illinois, 1951, p.42).

1. Adorazione è stare dinanzi a Dio onnipotente in un atteggiamento di silenzio, potente espressione di fede: “Parla, Signore, perché il tuo servo ti ascolta” (1 Sam.3,10). E’ davvero inspiegabile in termini umani. Papa Benedetto XVI ha spiegato il significato di adorazione come una proskynesis, “il gesto della sottomissione, il riconoscimento di Dio come nostra vera misura, la cui norma accettiamo di seguire”, e come ad – oratio “contatto bocca a bocca, bacio, abbraccio e quindi in fondo amore” (Omelia del 21 agosto 2005 a Marienfeld, Colonia). E’ tale processo di presenza davanti a Dio che ci trasforma. San Paolo, parlando di coloro che si volgono verso il Signore come fece Mosè, dichiara: “quando ci volgeremo verso il Signore, il velo sarà tolto…e noi tutti, a viso scoperto, riflettendo come in uno specchio la gloria del Signore, veniamo trasformati (meta morfoumetha) in quella medesima immagine, di gloria in gloria” (2 Cor. 3,16.18). E’ interessante notare che il verbo usato qui è lo stesso usato per spiegare la trasfigurazione di Cristo sul monte Tabor (metemorfothè).

 

Continua a leggere “”


Apertura caep Prato Est

Pubblicato il 19 novembre 2011
mons_gastone_Prato_est

UN’ ALTRA CAPPELLA DI

ADORAZIONE PERPETUA  A 

PRATO

Prato, 17 novembre 2011

 

Dal 17 novembre è iniziata l’Adorazione Eucaristica Perpetua a Prato Est. Si tratta della seconda cappella in città. La prima fu aperta nel 2007 presso il Chiesino di San Paolo. Questa nuova si trova nella cappella della parrocchia Sacra Famiglia, in via Papa Giovanni XXIII, 2.

 

Il Vescovo ha avuto sempre questo sogno: estendere l’Adorazione Perpetua in Diocesi, e adesso, dopo il Vicariato Ovest si aggiunge il Vicariato Est. Così oltre novecento adoratori iscritti, da una parte all’altra della città stanno in silenzio pregando, lodando, ringraziando il Signore giorno e notte, ventiquattrore su ventiquattro e, allo stesso tempo, Prato ha due chiese aperte giorno e notte, perché chiunque possa rimanere con il Signore in qualsiasi momento.

 

Continua a leggere “”


omelia card Piacenza

Pubblicato il 14 ottobre 2011

 

ADORATIO   2011

OMELIA  del  Card. PIACENZA

Roma, 20 – 24 GIUGNO 2011

Convegno Internazionale

“DALL’ADORAZIONE ALL’EVANGELIZZAZIONE”

Martedì, 21 giugno 2011

Omelia dell’Em.mo Card. Mauro Piacenza

Prefetto della Congregazione per il Clero

[1Gv 5,1-5; Mt 22,34-40]

Sia lodato Gesù Cristo!

Cari Confratelli ed amici,

sono molto lieto di presiedere questa Celebrazione Eucaristica, nella memoria liturgica di San Luigi Gonzaga, a chiusura del vostro importante Convegno: “Dall’Adorazione all’Evangelizzazione”; il Signore benedica i vostri lavori e li renda fecondi e forieri di copiosi frutti.

 

L’Evangelista Giovanni, nella sua prima Lettera, ci pone di fronte ad una domanda cruciale, che bene si inserisce nella dinamica teologica e missionaria di questi giorni di riflessione. Egli afferma: «E chi è che vince il mondo, se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio?». La “vittoria sul mondo”, in questo contesto, è certamente da interpretare nel consueto senso giovanneo della vittoria sul male, sul limite e sul peccato; il mondo è tutto ciò che si oppone a Cristo, alla dilatazione del Regno di Dio, sia intorno a noi, sia, soprattutto, dentro di noi.

 

L’Evangelista ben sa che uno solo ha vinto il mondo: Gesù Cristo, morto e Risorto! È Sua la Vittoria unica, definitiva ed universale; Egli ha vinto il mondo, entrando nel mondo ed assumendo su di Sé tutto il peccato del mondo! Per questo il Battista potrà dire: «Ecco l’Agnello di Dio!» (Gv 1,36). E la Liturgia aggiunge: «Che toglie i peccati del mondo».

 

Continua a leggere “”


mons d’ ercole

Pubblicato il 7 ottobre 2011

 

ADORATIO 2011

CONFERENZA MONS. G. D’ERCOLE

martedì 21 giugno 2011

ADORAZIONE  EUCARISTICA  COME VITA ED ESPERIENZA  PASTORALE

1. Uno sguardo alla situazione attuale nel mondo e l’impegno della Chiesa nella nuova evangelizzazione

 

Il nostro è un tempo di contrasti: ci sono luci ed ombre nel panorama del mondo. Alcuni aspetti positivi alimentano la speranza. Nell’Enciclica Redemptoris Missio (7 dicembre 1990) il Beato Giovanni Paolo II parlava di una convergenza progressiva dei popoli agli ideali e ai valori evangelici. Ne enumerava alcuni: il rifiuto della violenza e della guerra, il rispetto della persona e dei suoi diritti, il desiderio di libertà, di giustizia e di fraternità, la tendenza al superamento dei razzismi, l’affermazione della dignità e la valorizzazione della donna. Ideali che sono ancor oggi molto sentiti. Ma si avverte soprattutto una diffusa nostalgia di Assoluto che prende il posto della tronfia affermazione ateistica di un tempo. Si sente un bisogno di spiritualità anche se spesso in maniera confusa.

 

Se non mancano gli aspetti positivi, quelli negativi sono numerosi e inquietanti: l’indifferentismo, l’agnosticismo, l’ateismo più pratico che teorico, il relativismo hanno conquistato larghe fasce della società per cui l’incidenza della fede nella vita è spesso scarsa. Per taluni versi si sta assistendo ad una silenziosa apostasia di molti credenti.

 

Continua a leggere “”


PREDICAZIONE DI PADRE JUSTO LO FEUDO – MSE

Pubblicato il 18 settembre 2011
locandina2bis



Clicca qui per collegarti alla sezione dedicata agli APPUNTAMENTI

 

PREDICAZIONE DI:
PADRE  JUSTO LO FEUDO MSE

Alcuni si domandano perché adorare? Ha bisogno Dio di essere adorato?

In queste domande sicuramente impregnate di razionalismo potrebbe anche nascondersi un germe di ribellione contro Dio. Sarebbe come dire: Perché io dovrei adorare? Che si traduce come “io non ho bisogno di adorare”. Negare a Dio il dovuto culto di adorazione è rinnegarlo. Chi la pensa così si erige lui stesso nel posto di Dio e si sbaglia perché soltanto chi apre il cuore è capace di comprendere che per essere grande occorre farsi piccolo dinanzi a Dio. Piccolo come un bambino, piccolo perché la porta del Cielo è stretta e ci entrano soltanto i piccoli.

Per avere la risposta autentica, piena di verità, bisogna partire dal credente. Credente è chi crede non solo che Dio esiste ma che crede in Dio, nella sua Parola, nella sua rivelazione data all’uomo per mezzo di Gesù Cristo. Crede che Dio veramente si sia manifestato in Cristo. Cristo è la Parola. “Una parola pronunciò il Padre e fu Suo Figlio, e questa Parola parla sempre in eterno silenzio, in silenzio che dall’anima deve essere ascoltato” (S. Giovanni della Croce).

Se volessimo cercare ragioni per adorare Dio diremmo innanzitutto, Dio è Dio ed io no. Dio è il Creatore ed io la sua creatura. Egli è il mio Salvatore ed io l’oggetto della sua misericordia. Egli è tutto ed io nulla. Dio si è rivelato come Padre ed io sono suo figlio, nel Figlio. Per questo io lo adoro. E anche perché Egli mi ama e mi ha mostrato il suo sconfinato amore nel Figlio. Ed io rispondo con l’adorazione.

Continua a leggere “”


Suor Elena

Pubblicato il 19 settembre 2011
 

 

Il Papa: suor Elena Aiello, “un’anima eminentemente eucaristica”

 

Proclamata a Cosenza la prima Beata calabrese  

 

ROMA, mercoledì, 14 settembre 2011 (ZENIT.org).- Questo mercoledì a Cosenza è stata proclamata beata suor Elena Aiello (1865-1961), originaria di un piccolo paese, Montalto Uffugo, e fondatrice delle Suore Minime della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo, che morì all’età di 66 anni dopo essersi completamente spesa al servizio del Signore, nelle sofferenze più atroci.

 

Continua a leggere “”


PREDICAZIONE DI PADRE JUSTO LO FEUDO – MSE

Pubblicato il 18 settembre 2011


ADORAZIONE EUCARISTICA PERPETUA a VERONA

Sabato 13 aprile, alle ore 17 è iniziata a Verona l’Adorazione Eucaristica Perpetua, con la Messa solenne celebrata nella Basilica Santa Maria della Pace. E’ stato un progetto interparrocchiale delle parrocchie di Verona est: Santa Maria della Pace, San Michele Arcangelo e Castiglione. La celebrazione eucaristica è stata poi seguita dalla solenne processione del Santissimo Sacramento fino alla chiesetta di San Rocco, dove è stato intronizzato in adorazione perpetua.

Continua a leggere “”


CORPUS CHRISTI

Pubblicato il 18 settembre 2011
corpus-christi


GIUGNO 2013  CORPUS DOMINI

PERCHE’ E’ IMPORTANTE L’ADORAZIONE EUCARISTICA NELLA CHIESA ?

intervista fatta a P Justo Lofeudo MSE  per Alfa e Omega, il settimanale nazionale della Conferenza Episcopale Spagnola

  

1- Perchè è importante l’Adorazione Eucaristica nella Chiesa?
 

Perchè l’Eucaristia è la Presenza viva, reale di Gesù Cristo, vero uomo e vero Dio, fra noi. La Presenza di Dio esige sempre -da noi credenti- la nostra adorazione. L’adorazione eucaristica ci permette di recuperare lo stupore davanti a questo mistero, ritornare a scoprirlo nella celebrazione di ogni Messa, ed entrarci più profondamente…

Continua a leggere “”