testimonianze

Chiesino S. Paolo
345 testimonianze

L’esperienza dell’adorazione perpetua mi ha cambiato la vita

L’esperienza delle AEP mi ha cambiato letteralmente la vita in tutti i sensi ma soprattutto per quanto riguarda il modo di vivere la relazione col Signore. La prima volta che sentii parlare di AEP ero ad una Messa domenicale a Marina di Castagneto … mi trovavo lì in vacanza e un sacerdote stava predicando per l’apertura della cappellina di Donoratico. Per me fu un fulmine a ciel sereno! Non sapevo che esistesse la possibilità di tenere una chiesa aperta giorno e notte … mi sembrò un sogno … Perché io soffrivo molto di non poter partecipare alla messa quotidiana per il fatto che mio marito non voleva che mi alzassi prima, ed io entravo a lavoro alle 8,30 ed uscivo alle 13, rientravo alle 14,30/15 ed uscivo quasi sempre alle 19 … e neppure potevo andare in chiesa (se non il sabato o la domenica) perché all’ora di pranzo e dopo le 19 le chiese erano tutte chiuse! Ancora oggi mi si chiude lo stomaco quando vedo le porte delle chiese chiuse !!! perché Gesù è tutto aperto nel Suo darsi totale … con la morte di croce … fino all’Eucarestia! … è voluto rimanere nel tempo fino alla fine dei tempi, in questa forma, per stare con noi sensibilmente …. e noi teniamo le porte chiuse e Lo rendiamo inavvicinabile per ore e ore ??!!??!! … questa cosa io non l’ho mai capita …. Ma oggi voglio dire soprattutto che non avrei mai creduto di assistere alle meraviglie a cui ho assistito in questi anni, da quando sono adoratrice. Ho toccato con mano mille volte la potenza dell’azione di Dio che supera ogni nostra aspettativa più bella! Quando siamo ad adorarlo in queste oasi di pace non c’è nessun limite allo stare in relazione col nostro Dio! … perché Gesù è lì presenza Viva e Reale davanti a noi … io ero abituata all’ora di adorazione in Parrocchia … che è molto bella ma spesso capitava che, proprio quando iniziavo ad entrare in relazione più profonda di preghiera intima con il Signore … magari il sacerdote veniva a riporre il Santissimo! Da quando ho iniziato a frequentare la cappellina di AEP ho notato questa Importante differenza: … Lì non c’è limite!! … Il Signore è sempre Lui … ma nelle cappelline uno può rimanere quanto desidera … lì c’è tempo … c’è tutto il tempo che vogliamo per stare in silenzio ad ascoltarlo mentre Lui intimamente ci parla facendo vibrare le corde più sottili della nostra anima! Nel silenzio Lui ci nutre … e noi, senza sapere come, ci troviamo trasformati nell’anima! Lì nel silenzio, con il tempo, impariamo a sentire che abbiamo anche dei sensi spirituali … e “chi” più dello stesso Maestro può insegnarci ad usarli!!! 2 Il segreto, secondo me, è lasciarci “disporre” da Lui… essere aperti alla Sua azione in noi! Il Suo tocco sottile è potentissimo perché è un tocco che va alle radici del nostro essere e soddisfa la nostra sete più profonda, passando attraverso il “Cuore” e cioè attraverso la “strada stretta” … dove non si capisce, nè si vede niente delle cose vistose e rumorose a cui siamo solitamente abituati perché … nelle Cappelline c’è silenzio e c’è anche tutto il tempo che vogliamo prenderci per stare con Lui. Immaginiamo che ogni nostra cellula sia come un orologio e ogni nostro apparato, segni una sua ora particolare, ecco … quando siamo davanti a Lui, per effetto della Sua Presenza, questi orologi che viaggiano ognuno per conto proprio, vengono … come attratti … come se un magnete attraesse le lancette verso una determinata ora … È il Signore che ci “sincronizza” … ci sincronizza sull’ora Gesù! si apre la Porta e avviene la comunicazione profonda fra Lui e noi… e lentamente ci troviamo cambiati … ogni volta di più… adorazione dopo adorazione! Io dico sempre che non mi basterà l’eternità per ringraziarLo di essere rimasto presenza Viva nel tempo! Lì c’è Lui senza mediazione altra che il Pane … quando siamo lì … siamo alla Fonte! E Vorrei dire a tutti: “venite alla Fonte!!!! Non permettete che gli errori, le miserie di tanti di noi che pur si dicono cristiani … e di certi sacerdoti, vi allontanino dall’incontrare LUI!” Queste oasi di Pace si stanno sempre più diffondendo nel mondo e questo avviene, secondo me, perché il Signore non può farsi fermare dalle miserie di noi cristiani nel suo Darsi Estremo a tutti fino all’Eucarestia. Da questi luoghi il Signore sta bypassando questi ostacoli che impediscono troppo spesso, purtroppo, l’incontro diretto con Lui. Chi viene qui si mette direttamente davanti a Lui, oltre i limiti delle creature, anche di quelle più sante. Chiunque fra di voi abbia fatto questa esperienza di mettersi regolarmente in adorazione può testimoniare che dall’Ostensorio, il Signore stesso, ci fa sentire desiderati, voluti e amati. E’ proprio Lui che stimola in noi la volontà di conoscerlo 3 meglio conducendoci per mano verso un rapporto personale sempre più intimo e profondo con Lui. Noi siamo fatti per stare in relazione con Dio! La Cappella SEMPRE APERTA indica che “Lui non stacca mai” … si è donato una volta per tutti i tempi fino alla fine del tempo e nell’Eucarestia vediamo il perpetuarsi di questo Dono in ogni tempo. Con le cappelline di AEP vogliamo contribuire a rendere visibile a tutti questa tensione di Dio per l’uomo, mantenendo le porte della chiesa sempre aperte, con l’aiuto di tutti quelli che si sono sentiti chiamati e che costantemente vivono questa esperienza con gioia e chiunque fra gli adoratori iscritti potrebbe confermare che il nostro non è un “impegno che abbiamo preso” ma un Dono che Riceviamo dal Signore ogni volta che ci mettiamo davanti a Lui … e credetemi … non si potrebbe più a farne a meno!!! Grazie Signore per l’esperienza di Te che ci doni di fare quando ci mettiamo in adorazione davanti a Te! Non importa che ci sentiamo capaci o non capaci perché sei Tu e solo Tu Signore che operi in noi ed attraverso di noi se ci rendiamo disponibili a lasciarti operare come vuoi! … e quindi stare in adorazione è la maniera più semplice per dirti che vogliamo stare con Te e aprirci alla Tua azione trasformante e che vogliamo portarti il mondo intero e metterlo nel Tuo Cuore Divino e soddisfare così il Tuo desiderio profondo di unione con tutti gli uomini! Grazie Signore per questo Dono incommensurabile che ci fai di Te!

Cristina Tempesti

Voglio rivolgere un pensiero …

Voglio rivolgere un pensiero anche alla Vergine Maria, che siede accanto a Te, Gesù. Ti ringrazio, o Madre Santa, per la gioia che riempie oggi il mio cuore. Sono felice perché anche Tu, insieme a Gesù, mi hai dato la forza questa notte di starVi accanto, di pregare Te ed il Tuo Figlio Divino. Non sento stanchezza; non avverto turbamenti…. Grazie, Maria, non smetti di compiere prodigi. Non dimentichi nessuno dei Tuoi figli. Avverto una forza interiore che non è mia, quasi posso dire che “non è umana”; deriva sicuramente dall’alto; deriva da Te. Con il Tuo amore materno mi riempi il cuore; nutri la mia anima e l’arricchisci di sentimenti puri, gratuiti, spontanei. Mi auguro di riuscire, con il Tuo aiuto, a comunicare a chi mi sta accanto ed a chiunque Tu voglia, con molta semplicità, questa “linfa” che mi sforzo di attingere da Te e dal Tuo Figlio Gesù, e che mi alimenta quotidianamente. Concedimi, Maria, il dono della perseveranza nella fede.

Firmato: Io che non mi arrendo!

Ti ringrazio, Padre mio

Ti ringrazio, Padre mio, di avermi dato la sensibilità di capire che tutto è segno del Tuo immenso Amore. Aiutami e sostienimi nelle battaglie. Tu che sei il Sole, il più luminoso, il più caldo, risplendi perché possa percorrere sicura il mio cammino. Rendimi capace di donarTi buoni frutti. Tu, che sei la dimora più ospitale ed accogliente, ACCOGLIMI nella gioia e nel dolore: quando la mia voce esulterà per la contentezza o quando i miei occhi si annebbieranno per le lacrime, fa’ che io trovi in Te la mia completezza.

Firmato: Io che non mi arrendo!

Dio Padre, anche oggi …

Dio Padre, anche oggi ho trascorso un po’ del mio tempo davanti al Sacramento dell’Eucaristia, il rimedio di tutti i mali. Mi sono chiusa in una preghiera silenziosa meditando sul mistero dell’amore, un sentimento tanto grande che ha spinto Gesù a dare la sua vita per me, per tutti noi. Oggi non sento di possedere tante energie; mi sento debole, ma sento di avere comunque la forza necessaria per ringraziarTi, Signore, delle innumerevoli grazie che mi concedi ogni giorno. Sono molto felice di rivederTi. Lascia che trovi un po’ di riposo; guariscimi da ogni malattia, specialmente spirituale, e donami la forza di resistere contro il male che ultimamente mi attacca senza tregua. Donami la forze di perdonare…. Da questo momento della mia adorazione Ti contemplerò, restando nel mio debole silenzio; cercando di cogliere ogni Tua parola suggerita al mio cuore; lasciandomi fortemente abbracciare da Te con la certezza che il calore delle Tua braccia saprà darmi quella pace che solo Tu puoi donare. Ti voglio bene!

Firmato: Io che non mi arrendo!

Ti sento nel silenzio …

Ti sento nel silenzio della Tua misteriosa presenza. Vorrei udire una voce, ma improvvisamente mi accorgo che il silenzio ha il volto di mille parole. Ti sento nel mio cuore e stai riprendendo il posto che non avevi mai perso. Sento la necessità di stare silenziosamente ad adorarTi per tornare a vivere tante emozioni, cose che credevo ormai morte. Sii sicuro del mio amore e portalo via con Te, racchiuso nell’immensità del Tuo cuore. Mi perdo di fronte a questa misteriosa presenza, un mistero che mi avvolge completamente, che entra nella mia vita e mi rivela la verità più profonda del suo essere, dell’Essere di Dio. Una presenza che porta via con sé ogni mia attenzione, ogni sguardo, ogni gesto, ogni angoscia…. Signore, sei una forza “rigeneratrice”. Nel mio silenzio mi perdo nella Tua Immensità. Sento la Tua presenza, avverto il Tuo respiro; questo amore che mi doni attraverso l’Eucaristia annienta il dolore presente in questa vita e come il sole, e forse più, scalda questo mio cuore che si lascia facilmente “gelare”. Incontrare il Tuo amore è un’esperienza unica. Stringimi e fa’ che mi lasci andare; legami il cuore; scendi dentro di me: il brivido che mi dona la Tua presenza mi scioglierà. Parlami, abbracciami, donami quella serenità che solo Tu puoi darmi. Padre mio, grazie per il Tuo immenso amore.

Firmato: Io che non mi arrendo!

Caro Gesù, vorrei tanto saperTi pregare.

Caro Gesù, vorrei tanto saperTi pregare. Il dono più grande che io possa ricevere è questo continuo richiamo che sento qui, di fronte a Te, in questo luogo di pace, di tranquillità e di amore. Mi doni l’onore di stare in Tua compagnia. Amo stare con Te soprattutto nel silenzio del mattino che sorge. Continuamente mi chiami per guarirmi nello spirito e non tieni conto delle mie distrazioni, della mia poca gratitudine. Ti chiedo, anche se indegna, di donarmi il Tuo Santo Spirito – che è pace, gioia, amore, luce – e di farmi percepire le Tue infinite ed amorevoli carezze. Convertimi, Signore! Liberami dalle insidie del maligno; aiutami a non sprecare la mia vita, un dono tanto prezioso. Insegnami a donare l’amore vero: il Tuo amore, un amore talmente grande che è incomprensibile al nostro essere limitato. Aiutami a donarmi totalmente a Te. Signore, perdonami. Perdona il miei peccati, le mie mancanze. Tu che fai nuove tutte le cose, trasformami. Fa’ che mi lasci plasmare da Te, senza paure, senza riserve. Sento che compi prodigi nel mio cuore, nei miei pensieri. Tu sei il mio Dio e Ti ringrazio perché tutti i giorni mi dai la forza di incontrarTi nonostante qualche difficoltà. Ti voglio bene, Gesù! Rimani con me. Che la mia fede sia sempre più salda! La mia vita Ti appartiene. Mi offro a Te; accettami, così come sono, nella mia semplicità. Ti dono tutto ciò che ho e che sono. Salvami, Signore! Guida sempre i miei passi.

Firmato: Io che non mi arrendo!

Gesù, Tu sei il “Ponte di comunicazione”

Gesù, Tu sei il “Ponte di comunicazione” tra Dio e l’uomo: donami la “luce vera”, la “vita”. Insegnami ed aiutami ad adorarTi in “spirito e verità”: fa’ che orienti tutta me stessa, il mio cuore, la mia vita a Dio. Donami da bere. Sazia la mia sete donandomi acqua viva affinché non abbia più sete.

Firmato: Io che non mi arrendo!

Gesù, questa sera …

Gesù, questa sera metto nelle Tue mani tutti i problemi della mia ditta: poni Tu rimedio a tutto il male che ho fatto; solo Tu puoi rimediare. Ti chiedo perdono per tutte le volte che mi sono allontanata da Te pensando di poter fare da sola. Ma solo vicino a Te riprendo forza. Gesù, Tu mi ami ma il mio amore per Te è debole. Aiutami ad amarTi sempre di più; aiutami a sentirTi sempre vicino. Sei la mia forza. Grazie, Gesù, Ti lodo e Ti adoro.

Una grande confidenza in Dio

Una grande confidenza in Dio sia la medicina di tutte le mie paure, di tutte le mie aridità, di tutte le mie debolezze. Se voglio mettermi anch’io sulla via dell’infanzia spirituale, devo cercare di ottenere il primo requisito, cioè desiderare di essere piccola, voler essere piccola, amare di essere piccola; pensando che Dio è veramente Padre nostro, amarlo ed onorarlo come un buon figlio fa con il proprio padre; sapendo che Dio è Amore assoluto, andare sempre da Lui con tanta fiducia ed amore, senza paura. Questa è la mia fiducia in Te, Padre mio, e per questa Ti pregherò sempre. Ascoltami, Signore.

Sono una mamma …

Sono una mamma a cui è morto un figlio. Signore, mio Dio, aiutami a sopportare questo grande dolore. Ti prego, Signore.

Gesù, mio amore …

Gesù, mio amore, non sono degna ma vivo respirando il Tuo amore, fonte di ogni bene e di pace. Resta nel mio cuore: ho pace solo con Te e con Te voglio stare. Fammi sentire che mi sei vicino sempre: solo in Te ho fiducia. Tu sei il mio unico Bene, l’amore vero che ho sempre cercato. Voglio stare con Te; non farmi aspettare a lungo; perdonami se Ti dico che non ce la faccio più. Padre mio, Gesù mio, Tu sai quanto lo desidero. Tu solo sai.

Prego Gesù Sacramentato

Prego Gesù Sacramentato e chiedo preghiere per una coppia di genitori che ha perso due bambini di cancro ed ora sta perdendo anche la terza figlia. Sono distrutti. Signore, abbia pietà di loro.