Ultime Notizie


NOVITA’ canale telegram
canale youtube e software gestione adorazione perpetua

Pubblicato il 25 novembre 2018
Salve!
Si è creato un CANALE TELEGRAM   in lingua italiana  solo di ascolto e lettura  al quale ci si può unire; riguarda audio, scritti sull’adorazione, sull’Eucaristia, su omelie ed altro dei Missionari della Santissima Eucaristia MSE: P Justo Lofeudo, P Florian Racine ecc.
Una volta scaricato Telegram si cerca adorazione e apparirà “SIA LA LUCE” , basterà cliccare su “unisciti”.

CANALE  YOUTUBE :                        
“AMARE CRISTO, AMARE LA CHIESA”

amar a Cristo, amar a la Iglesia

con P Justo Lo Feudo MSE

in lingua italiana e spagnola

 

A TUTTE LE CAEP

Chiunque voglia ottenere informazioni in merito ad un programma online utilizzabile per l’organizzazione dei turni degli adoratori, può inviare una mail cliccando sul link di seguito:

software di gestione adorazione eucaristica perpetua

 


OGNI 15 DEL MESE RUBRICA
A Cura Di P. Serafino Tognetti, Comunità Dei Figli Di Dio

Pubblicato il 15 agosto 2022

Adorazione Eucaristica (15°)

tratto dal libro “Adorazione” di P. Serafino Tognetti

continua ….

Capitolo 8

ADORARE DIO CON SAN FRANCESCO

Non si finirà mai di lodare Dio per la sua presenza nell’Eucarestia e per la grazia che ci dà nel poterlo adorare.

Prima di iniziare questo intervento, voglio raccontare quello che mi è successo qualche anno fa, quando sentii parlare delle cappelle di adorazione perpetua del Santissimo Sacramento. Mi trovavo a Perth, in Australia, e una sera fui invitato a cena da una famiglia; mi dissero che era loro ospite il responsabile mondiale delle cappelle dell’adorazione e che era gradita anche la mia presenza. Quando senti dire “responsabile mondiale” di qualcosa, non puoi rifiutare. Mi presentarono dunque padre Martin, un messicano, che mi disse: “Io ho il compito di girare le varie Diocesi e cercare di istituire delle cappelle dove si faccia l’adorazione perpetua del Santissimo Sacramento, 24 ore su 24”. E spiegò: “Io arrivo nelle Diocesi dove vengo invitato, espongo ai Vescovi il progetto, che consiste prima di tutto nel trovare le persone, circa 150-160 persone, per poi organizzare i turni di adorazione in un luogo adatto. Cerchiamo di trovare tali persone, spendo qualche giorno per spiegare le varie cose organizzative, istituisco un segretario coordinatore, che istituisca i turni e si prenda la responsabilità di far sì che quando qualcuno manca, ci sia comunque sempre qualche adoratore presente che possa rimpiazzarlo”. Capii dove sarebbe andato a parare: mi avrebbe chiesto di aiutarlo in Italia a creare qualcuna di queste cappelle. Avete presente il film “Invito a cena con delitto”? In questo caso il delitto sarebbe stato il mio, probabilmente. Comunque la cosa mi interessava e lo lasciai parlare. Alla fine chiesi: “Mi dica un po’, padre, quali sono le nazioni che hanno risposto meglio al suo appello?”. Mi rispose che erano la Corea e gli Stati Uniti. Fui sorpreso. Quando si dice Stati Uniti si pensa sempre alla nazione ricca, più interessata alle realtà economiche che a quelle dello Spirito. Gli domandai poi quali fossero invece quelle che avevano risposto meno. “L’Italia” mi disse immediatamente. Ci rimasi male. Commentò: “Vengo in Italia, ma sono i Vescovi stessi che a volte, quando tento di sollecitarli, mi rispondono che da loro non si

Continua a leggere “”


OGNI 15 DEL MESE RUBRICA
A Cura Di P. Serafino Tognetti, Comunità Dei Figli Di Dio

Pubblicato il 15 luglio 2022

Adorazione Eucaristica (14°)

tratto dal libro “Adorazione”di P. Serafino Tognetti

continua …

Terzo movimento

Veniamo al terzo punto. Abbiamo detto come al primo punto ci sia il riconoscimento del peccato e come al secondo ci sia il pentimento. Il terzo punto è rompere con il peccato. Scrive san Paolo: “Non regni più dunque il peccato nel vostro corpo mortale” (Rm 6,12). San Giovanni della Croce sostiene che quando un uccellino è legato con un filo grosso di canapa non vola, ma se è legato con un filo di seta sottilissimo, non vola lo stesso.

Dobbiamo andare alla ricerca di ciò che ci impedisce di volare, che sia un grande peccato, spesso come una corda di canapa, o un piccolo difetto, che comunque ci rende impossibile il volo. Anzi, spesso i peccati più piccoli non vogliamo nemmeno riconoscerli come tali. Forse sappiamo di avere qualche difetto al quale però non siamo minimamente disposti a rinunciare: ecco il filo sottile. C’è qualcosina nelle nostre anime che tendiamo a nascondere: quel vizio che ci pare innocuo, quel modo di pensare, quell’attaccamento al proprio giudizio o quel peccato che nessuno sa… Rompere con il peccato vuol dire dare un colpo coraggioso di forbici a quell’ultimo residuo di vizio, di difetto, di peccato cui siamo segretamente affezionati. Anche se fosse una cosa da poco, devo cominciare ad accettare l’ipotesi di vivere senza di esso. Mi sembra che se dovessi rinunciare a quel “peccatuccio” io sarei perduto:

Continua a leggere “”


OGNI 15 DEL MESE RUBRICA
A Cura Di P. Serafino Tognetti, Comunità Dei Figli Di Dio

Pubblicato il 15 giugno 2022

Adorazione Eucaristica (13°)

tratto dal libro “Adorazione” di p Serafino Tognetti

continua…

L’attività dei due regni

Abbiamo allora due regni, che costituiscono la realtà nella quale ci muoviamo ed esistiamo: due regni e due re. Un terzo regno, una terza via non c’è. Sarebbe bello, ma non esiste. In generale noi non vogliamo essere del demonio, ma nemmeno totalmente di Dio. Vorremmo una zona centrale dove si possa andare ogni tanto, in cui non esista possesso né del diavolo, né di Dio. Se ci fosse questo luogo neutro, ve lo direi, ma ho cercato nella Sacra Scrittura e la zona franca non l’ho mai trovata. Gesù è chiaro: “Chi non è con me, è contro di me…” (Mt 12,30) e “Non si possono servire due padroni” (Lc 16,13).

Questi regni, abbiamo detto, sono dirimpettai e perennemente in lotta l’uno contro l’altro. Sono organizzazioni armate, aggressive. Non si guardano, come una città che guarda l’altra da una collina all’altra, ma tendono a dominare l’uno sull’altro, desiderano l’eliminazione del nemico. In altri termini, sono sempre in guerra. “Se io scaccio i demoni con il dito di Dio, è giunto a voi il regno di Dio” (Lc 11,20) dice

Continua a leggere “”




Vedi tutte le Ultime Notizie