Ultime Notizie


NOVITA’

Pubblicato il 25 novembre 2018

Salve!
Si è creato un canale telegram solo di ascolto e lettura  al quale ci si può unire; riguarda audio, scritti sull’adorazione, sull’Eucaristia, su omelie ed altro dei Missionari della Santissima Eucaristia MSE: P Justo Lofeudo, P Florian Racine ecc.
Una volta scaricato Telegram si cerca adorazione e apparirà “Sia la luce” , basterà cliccare su “unisciti”.


PREGHIERA DI CONSACRAZIONE DELL’ITALIA
AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Pubblicato il 29 marzo 2020

Uniti a tutti gli uomini, in comunione con la Chiesa intera, noi ti rivolgiamo, o Padre, la nostra supplica per l’Italia, attraverso il Cuore e le mani della Vergine Maria.
Padre, inviaci il tuo Santo Spirito, perché ciascuno di noi possa diventare uno strumento della tua Pace.
Dalla fame e dalla guerra, liberaci!
Dalla guerra nucleare, da un’autodistruzione incalcolabile, da tutti i tipi di guerra e di calamità, liberaci!
Dai peccati contro la vita delluomo dai suoi primi istanti, liberaci!
Dalla disperazione, dall’odio e dalla degradazione della dignità dei Figli di Dio, liberaci!
Da tutti i generi di ingiustizia nella vita sociale, nazionale ed internazionale, liberaci!
Dalla facilità con la quale si calpestano i comandamenti di Dio, liberaci!
Dal tentativo di sradicare dai cuori umani la Verità stessa di Dio,
liberaci! Dalla perdita della coscienza del bene e del male, liberaci!
Dai peccati contro lo Spirito Santo, liberaci!
A te, Maria, Madre di Cristo e Madre di tutti gli uomini, noi chiediamo protezione e intercessione per l’Italia.
Gesù Cristo, il Redentore del mondo ci ha affidati a te; prega tuo Figlio per noi, affinché invii nel nostro Paese con potenza lo Spirito Santo, lo Spirito di verità che è sorgente di
Vita. Accoglilo per noi e con noi come facesti il giorno della Pentecoste, con i primi discepoli.
Madre, tu conosci e condividi le nostre sofferenze e le nostre speranze. Oggi, siamo qui davanti a te Maria, Regina della Pace, e con fiducia chiediamo la tua intercessione materna per far fronte alle sfide dell´avvenire. Oggi ti affidiamo e consacriamo al tuo Immacolato Cuore il nostro Paese, l’Italia. Ti
preghiamo, accompagnaci nel nostro cammino, noi che vogliamo, come l’apostolo Giovanni, accoglierti nelle nostre case per imparare da te a diventare simili a Gesù.
Sotto il manto della tua Misericordia, noi ci rifugiamo, Santa Madre di Dio!
Assistici nelle difficoltà quotidiane che la vita riserva ad ognuno.
A te, Aurora di Salvezza, affidiamo il nostro futuro e il nostro cammino nel nuovo millennio. Ti affidiamo il nostro popolo italiano, a cominciare dai tuoi figli più amati, i sacerdoti, dai più deboli e sofferenti, i bambini non ancora nati, coloro la cui vita è minacciata e coloro che sono nati in condizioni di
povertà, i giovani alla ricerca del senso della vita, i rifugiati, le persone senza lavoro, quelle che sono provate dalla malattia, le famiglie divise, gli anziani privi di assistenza e tutti coloro che sono soli e senza speranza.
Guida i tuoi figli affinché tutti gli uomini, col tuo aiuto, riconoscano il Cristo, Luce del mondo.
Che ancora una volta si riveli, nella storia dell´umanità, l´infinita potenza salvatrice del tuo Figlio Gesù, la potenza dell´Amore Misericordioso del Padre! Che lo Spirito Santo trasformi le coscienze!
Che Egli guarisca la nostra memoria e purifichi i nostri cuori. Che Dio regni sempre in mezzo a noi, Lui che è Padre, Figlio e Spirito Santo.
AMEN.


Al tempo del corona virus…..

Pubblicato il 26 marzo 2020

“Vogliamo obbedire a Dio, adorarlo in spirito e verità, e non possiamo. Lo adoriamo sì nello spirito, ma non nella verità della sua unica presenza nell’Eucaristia. Una dopo l’altra le cappelle dell’adorazione perpetua si chiudono e versiamo lacrime di impotenza. Dove hanno messo il mio Signore? Dice l’uno e l’altro con il dolore della Magdalena. Il Signore ci aveva chiamato “Vieni a me” e noi abbiamo risposto alla sua chiamata. Il Signore ci aveva detto di “rimanere in Me” e con Lui e in Lui e insieme a Lui siamo rimasti, giorno e notte, in quel modo unico. E c’erano sentinelle di giorno e di notte che sorvegliavano le città. Sì, sì, è vero che continuiamo a rimanere nel suo amore, continuiamo ad andare da lui in preghiera, ma ci manca quel contemplare il suo Volto, quella vicinanza, quel silenzio pieno della sua presenza. Ognuno di noi prova molto dolore. In questo momento, cari amici di Italia, sono in Spagna, confinato per il virus, e offro questa grande sofferenza di vedere che la prima cappella in Spagna – quella di Tibidabo – è stata chiusa,  e così anche altre di quella serie di 60 cappelle di adorazione perpetua che ho contribuito ad aprire, Cancelada per primo, proprio la prima della serie, e poi la seconda -Incarnazione del Signore di Madrid, e ora Toledo, la terza. Ci sono ancora alcuni bastioni che resistono. Ma non perdiamoci, perché il dolore è una cosa e sentirsi sconfitti è tutta un’altra. Quest’ultimo impossibile perché è il Signore che ha vinto e sempre vince, non noi.

Continua a leggere “”


L’ adorazione eucaristica
durante la notte

Pubblicato il 2 marzo 2020

Se si impedisce di adorare di notte l’adorazione non può essere perpetua.

E’ abitudine dire che non ci saranno adoratori durante la notte.

Non è bene infondere ai più e come risposta all’ Adorazione Perpetua il proprio scetticismo o i propri timori o desideri. Sempre e per primo si deve contare sulla grazia che si percepisce e che è, per nostra esperienza, sempre abbondante.
Ci sono stati luoghi, come Madrid, che essendo parrocchie ridotte per il numero
dei fedeli che vanno a Messa nei giorni festivi e per di più anziani, per i quali come prima cosa avevamo cercato di fare e poi ottenuto il completamento delle ore notturne a partire dalla mezzanotte alle sei del mattino.
Riguardo la notte, si possono dire molte cose. La prima è riguardo agli
adoratori delle ore centrali della notte: queste ore sono molto speciali e come dice una madre di 3 piccoli bimbi che scelse un’ ora dopo la mezzanotte: “mi piace la notte, perché penso che sia più facile raccogliersi. “La musica silenziosa e la solitudine sonora” di cui parlava San Giovanni della Croce, e che permettono quindi l’ elevarsi, il raccogliersi e l’ entrare in preghiera. A me risulta più facile durante la
notte. E veramente così ho consacrato, ho dedicato e impegnato un’ ora
settimanale del mio tempo all’ Adorazione. Per tanto che uno lavori,
questo non è nulla. Un’ ora non è assolutamente nulla. Sarebbe realmente
qualcosa di insignificante come opera, come azione, se non avesse tutto
il valore che….. e il senso che Dio gli da. Il senso di fare le cose per amore
a Dio. Veramente mi sembra che, nè per me nè per nessuno, un’ ora è
nulla. Ma, tuttavia, è la cosa più importante di tutto cio’ che faccio.”

Continua a leggere “”




Vedi tutte le Ultime Notizie