Ultime Notizie



NOVITA’ canale telegram
canale youtube e software gestione adorazione perpetua

Pubblicato il 25 novembre 2018
Salve!
Si è creato un CANALE TELEGRAM   in lingua italiana  solo di ascolto e lettura  al quale ci si può unire; riguarda audio, scritti sull’adorazione, sull’Eucaristia, su omelie ed altro dei Missionari della Santissima Eucaristia MSE: P Justo Lofeudo, P Florian Racine ecc.
Una volta scaricato Telegram si cerca adorazione e apparirà “SIA LA LUCE” , basterà cliccare su “unisciti”.

CANALE  YOUTUBE :                        
“AMARE CRISTO, AMARE LA CHIESA”

amar a Cristo, amar a la Iglesia

con P Justo Lo Feudo MSE

in lingua italiana e spagnola

 

A TUTTE LE CAEP

A chi fosse interessato ad usufruire di un programma on line per l’organizzazione dei turni degli adoratori si può rivolgere a:

software di gestione adorazione eucaristica perpetua

 


OGNI 15 DEL MESE
RUBRICA a cura di P. Serafino Tognetti,
Comunità dei Figli di Dio

Pubblicato il 15 luglio 2021

L’ ADORAZIONE EUCARISTICA (2°)

tratto dal libro “Adorazione” di P Serafino Tognetti

La venuta continua del Signore
Se invece volgo lo sguardo in alto, sentirò nel mio cuore la voce del Signore: “Sono Io, non temete”. È nella tempesta dello smarrimento interiore che Gesù viene, perché il Signore è sempre nell’atto del venire: “Io sono colui che era, che è e che viene” (Ap 1,8). Successe anche quella sera: il Signore era sul monte a pregare, si accorse che i suoi amici erano nella difficoltà, lasciò la preghiera e corse immediatamente.

Gesù non sta fermo.
Nella Santa Messa, quando il sacerdote consacra il pane e il vino, dice: “Questo è il mio corpo”, e subito dopo aggiunge: “dato per voi”. Consacra il vino e dice: “Questo è il mio sangue, versato per voi”. “Dato” e “versato” sono due verbi che indicano movimento: è un corpo-dato, non un corpo messo lì per essere ammirato; allo stesso modo il sangue non è lì, fermo in un calice, per restarvi.
Versare significa “andare verso”, indica dinamismo, passaggio da un luogo ad un altro luogo.
Appena il sacerdote consacra, nel tempo che passa tra la consacrazione delle Specie e la comunione, dovremmo vedere questo corpo che freme per essere dato; così anche il sangue. Parlo per immagini; il sangue comincia a ribollire, a dire: “Voglio venire a

Continua a leggere “”


OGNI 1 DEL MESE:
RUBRICA A Cura Di Don Riccardo Pane,
Diocesi Di Bologna,
Accademia Ambrosiana

Pubblicato il 1 luglio 2021

DALL’EUCARISTIA CELEBRATA ALL’EUCARISTIA ADORATA (2°)

L’Eucarestia, dunque, non è una cosa, un oggetto statico, e nemmeno semplicemente un soggetto: è un soggetto-in-azione, è l’opera di Cristo in atto. Da questa affermazione derivano almeno due conseguenze logiche, tanto logiche quanto sistematicamente disattese:

  • Se l’Eucarestia non è una cosa, a maggior ragione non è “cosa nostra”; è azione di Cristo, non nostra. Ogni esercizio della creatività e della fantasia da parte del prete, dei cantori, degli animatori, dei ministri o della comunità, ogni protagonismo, ogni tentativo di mettere al centro la soggettività e l’originalità dei celebranti, al posto del Celebrato, costituirà un ab-uso, cioè una strumentalizzazione della Messa. E purtroppo di abusi tocca vederne fin troppi.
  • Se l’Eucaristia è azione liturgica, dinamica, opera salvifica in atto, e non semplicemente “prodotto” di un rito, non posso non prendere parte all’intera azione, all’intera opera, all’intera celebrazione. Siamo resi partecipi dell’azione salvifica di Cristo, non semplicemente fruitori di un Sacramento. Insisto. Cos’è l’Eucaristia? “Il Sacramento del Corpo e Sangue di nostro Signore”. Sì, ma aggiungiamo: il Sacramento del Corpo e del Sangue di nostro Signore, il quale per noi uomini e per la nostra salvezza si è fatto uomo, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso e su sepolto, il terzo giorno risuscitò da morte, è salito al cielo, ecc…. C’è tutta la storia della salvezza dell’Eucaristia, l’incarnazione, la Pasqua…

Continua a leggere “”





Vedi tutte le Ultime Notizie